Artisti 2022

0 views

20 marzoIl Quartetto Indaco nasce nel 2007 presso la Scuola di Musica di Fiesole, grazie all’impulso di Piero Farulli e Andrea Nannoni, ed è oggi considerato tra i più interessanti quartetti d’archi italiani della sua generazione: Paolo Viola dice del quartetto che è formato da “musicisti che hanno raggiunto un magnifico suono e un amalgama esemplare, e che sono entrati a pieno titolo nel gotha dei più importanti Quartetti italiani”. Dopo il diploma a Fiesole, il Quartetto Indaco segue corsi di specializzazione con esponenti dei maggiori quartetti del nostro tempo (tra gli altri, Hatto Beyerle e Günter Pichler del leggendario Quartetto Alban Berg e Rainer Schmidt del Quartetto Hagen) consegue il Master in Musica da Camera nel 2017 presso la Musikhochschule di Hannover, sotto la guida di Oliver Wille (Quartetto Kuss), e si perfeziona anche in seno alla prestigiosa Accademia Chigiana con la quale collabora facendo concerto sia in Italia che all’estero. Il quartetto è stato premiato con il premio Scotese nel 2017, il “Börsen Club Hannover” e dopo essersi aggiudicato il premio speciale “Jeunesses Musicales” al Concorso Internazionale “Premio Paolo Borciani” 2014, è stato tra i finalisti del medesimo Concorso nel 2017 e si è aggiudicato diversi premi e borse di studio internazionali. Particolarmente apprezzato dal pubblico per la sua straordinaria comunicativa, il Quartetto Indaco riceve da sempre ottime recensioni dalla critica specializzata che ha definito le sue performance “uno stupefacente spettacolo di fuochi d’artificio, così brillante che i muri della sala a stento lo contenevano”. Ensemble “compatto, pieno di smalto e di esuberanza”, l’Indaco mette in risalto le proprie qualità artistiche in un vasto repertorio, dal classico al contemporaneo, con una particolare predilezione per gli autori del XIX e XX secolo. Inoltre, il Quartetto Indaco svolge un’approfondita ricerca sugli autori italiani e si dedica alla diffusione di nuovi linguaggi musicali. Ospite di festival e istituzioni musicali di prestigio in Italia (tra gli altri, I Concerti del Quirinale a Roma con diretta su Rai Radio3, Musica nel Tennis a Villa Necchi per la Società del Quartetto di Milano, Amici della Musica di Reggio Emilia, Festival “Paesaggi Musicali Toscani”, “Festival dei Due Mondi” di Spoleto, Nuova Consonanza), il Quartetto si esibisce regolarmente anche in Germania (Heidelberger Frühlings, Podium Festival, Goslar Musik Wochen) Svizzera, Irlanda, Lettonia, Svezia, Portogallo, Spagna e Olanda. Nella stagione 2019/20 ha debuttato all’Unione Musicale di Torino e allo Stradivari Festival di Cremona, esibendosi con il pianista Uri Caine in un concerto cross-over dedicato a Wagner. Inoltre, è stato tra i protagonisti dell’integrale beethoveniano “Roll Over Beethoven” promosso dall’Accademia Chigiana di Siena: i due concerti tenuti dall’ensemble sono stati particolarmente apprezzati dalla critica che ha sottolineato come “l’armonia dell’esecuzione abbia permesso al pubblico di sentirsi pienamente coinvolto…”. Collabora inoltre attivamente con solisti e cameristi di fama internazionale, tra cui Enrico Bronzi, Avi Avital, Julian Bliss, Franziska Pietsch, Josu de Solaun, Bruno Canino, Massimo Mercelli, Claudia Barainsky, Giovanni Scaglione. Il quartetto è dedicatario di molteplici lavori di compositori come Giovanni Sollima, Federico Maria Sardelli, Alessandro Solbiati, Giovanni Bietti, Nicola Sani e nel 2020 ha eseguito il brano “Via Lucis delle Ombre” per quartetto concertante ed orchestra d’archi nella stagione orchestrale di Milano Classica. Inoltre, ha registrato per Brillant Classics l’integrale dei quartetti del compositore pavese Giovanni Albini e con Ema Vinci S.r.l. con la vittoria del bando SIAE “per chi crea” 2019 il quartetto “Canti dopo l’Apocalisse” di Andrea Portera. Nel 2020 esce il primo Album, pubblicato con Ema Vinci dedicato alla musica del nord intitolato “Northern Lights” con lavori di Grieg, Sallinen, Rachmaninov e Cosimo Carovani con un lavoro dedicato al quartetto. Per il 2021 porta avanti il progetto editoriale e discografico “Dante21” in collaborazione con la casa Editrice Contemporanea “Sconfinarte” di Milano, che vede coinvolti 34 compositori italiani viventi per i canti dell’Inferno dantesco, e sempre nel 2021 uscirà il nuovo album “Miniature” dedicato ad un percorso storico e musicale, attraverso dei piccoli gioielli del repertorio quartettistico. Dal 2017 prende parte al progetto internazionale “Le Dimore del Quartetto” ed è quartetto in residence presso il festival HighScore di Pavia e dell’orchestra Milano Classica dal 2017.

 

castelli

Alessandro Castelli si è diplomato nel 1992 in Trombone sotto la guida del M° Giancarlo Corsini, presso l’Istituto Musicale Pareggiato “Gaetano Donizetti” di Bergamo. Ha studiato inoltre con diversi musicisti di fama internazionale. Il 23 marzo 2007 ha conseguito il Diploma di Secondo Livello in Discipline Musicali (Trombone, Euphonium) presso il Conservatorio “Guido Cantelli” di Novara, con il massimo dei voti e la lode, sotto la guida del M° Corrado Colliard. Il 05 ottobre 2011 si è diplomato in Tromba come privatista presso l’Istituto Superiore di studi Musicali “Gaetano Donizetti” di Bergamo. Dagli inizi degli anni novanta divide la sua carriera tra la musica colta, il jazz, la musica contemporanea e la musica antica. Ha collaborato con diversi Teatri e Orchestre, come il Piccolo Teatro Di Milano-Teatro D’Europa (collaborando con Giorgio Strehler), l’Orchestra di Fiati della Valtellina, il Teatro di Sassari, l’Orchestra Stabile “G. Donizetti” di Bergamo, l’Orchestra Stabile di Como, l’Orchestra dell’Arena di Verona e l’Orchestra Sinfonica Nazionale della R.A.I. Nel 1999 al 2009 ha collaborato col Teatro alla Scala. Dal 1999 collabora con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali. È trombonista ed euphonista del Milano Luster Brass. Nel 2009 è stato pubblicato il CD del gruppo “Mozart e Verdi”, con il grande trombettista Gabriele Cassone come ospite. Ha più volte collaborato col Divertimento Ensemble, storico gruppo milanese che si occupa della diffusione della musica contemporanea. Con questo gruppo ha eseguito musiche di Francesconi, Kagel, Maderna e Ligeti, alcune in prima esecuzione nazionale. Come euphonista si è più volte esibito in veste di solista eseguendo buona parte del repertorio virtuosistico dello strumento (“Concerto per Flicorno Basso e Banda” di Amilcare Ponchielli, “Pantomime” di Philiph Sparke, “Rhapsody for Euphonium” di James Curnow ecc.).

18 marzoPaolo De Gaspari, presente nel panorama musicale internazionale dal 1998, è uno dei massimi rappresentanti del suo strumento. Con la sua passione è il suo stile unico, rende questo magico strumento un amplificatore di sempre nuovi linguaggi e modi di far musica. Dal 2003 al 2015 è stato docente presso l’Accademia Internazionale di Clarinetto basso di Pordenone (Italy) e dal 2007 è docente ospite di clarinetto basso presso il Conservatorio Superiore di Birmingham. Dal 2016 è docente di clarinetto basso presso il Trinity Laban Conservatoire di Londra.

 

Filippetti
foto di ROBERT M PRESUTTI

Enzo Filippetti è professore di Sassofono al Conservatorio “S. Cecilia” di Roma. Da quasi quaranta anni, sia come solista sia con il Quartetto di Sassofoni Accademia, tiene concerti in tutto il mondo: si è esibito al NYCEMF-New York City Electronic Music Festival, Biennale di Venezia, al Mozarteum di Salisburgo, Temporeale di Firenze, Auditorium Parco della Musica a Roma, a Milano, Parigi, Londra, Berlino, Vienna, Madrid, Bruxelles, Buenos Aires, Caracas, Riga, Birmingham, Köln, Lyon, Principato di Monaco, Yeosu (Korea), Kawasaki, Adis Abeba, Chisnau, Taormina, Ravello. È figura di primo piano nel campo della Musica contemporanea, di cui è stimato interprete, ha insegnato al Master in Interpretazione della Musica Contemporanea al Conservatorio di Roma e molti tra i più importanti compositori hanno scritto per lui circa centocinquanta opere e gli hanno affidato numerose prime esecuzioni. Ha inciso per Nuova Era, Dynamic, Rai Trade, Sconfinarte e Cesmel. Ha pubblicato studi per Riverberi Sonori e Sconfinarte.

 

birgit nolteBirgit Nolte. Originaria  di  Kassel  in  Germania,  ha  conseguito  il  diploma  di  flauto  alla Folkwang-Hochschule  di  Duisburg  ed  in  Italia  presso  il  Conservatorio  di Novara. Ha ottenuto il diploma di alto perfezionamento presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano sotto la guida del M° Mario Ancillotti e il master  in  musica  da  camera  presso  l’Accademia  pianistica  “Incontri  col Maestro” di Imola tenuta dal M° Piernaciso Masi.
Ha frequentato corsi di perfezionamento con C. Klemm, Ph. Racine, I. Matuz, P-Y. Artaud, R. Wilson ed i corsi di musica contemporanea di Darmstadt vincendo nel 1998 lo “Stipendienpreis”.
Tuttora svolge attività concertistica come solista ed in formazioni cameristiche collaborando con Associazioni e Festival quali per esempio Prokofiev Festival e Schönberg Festival di Duisburg, Hindemith Institut di Francoforte, Villa Musica di Mainz, Gare du nord di Basilea, MM&T e Musica d’Insieme di Milano, Teatro Regio di Torino, Ascoli Piceno Festival, VII Stage di Sassofono di Fermo, MilanoMusica,  Tiroler Festspiele di Erl (Austria), SMC di Losanna, Warsaw Autumn, Teatro dell’Opera di Roma, Festival Cervantino, Forum di Monterrey, Festival “Europa Mitte”, “Bellagio Festival”.
Si è esibita  con ensemble quali Musikfabrik NRW, Clusterensemble di Roma, Zone  di  Milano,  Risognanze  e  Dynamis  di  Milano,  New  Made  Ensemble, Algoritmo di Roma,  Teatro dell’Opera di Roma, “Quartetto d’archi di Roma” ed esecutori come R. Spinosa, F. Mondelci, M. Ben-Omar, B. Kontarski, E. Casoli eseguendo, spesso in prima assoluta, composizioni di E. Denisov, M. Kagel,  H.  Lachenmann,  M.  Pisati,  B.  Putignani,  B.Lang,  A.  Solbiati,  A. Guarnieri, M. Schüttler, F. Casti ecc.
Ha  realizzato  inoltre  registrazioni  radiofoniche  e  discografiche  per  il Deutschlandfunk, Hessischer Rundfunk, Espace 2, la RAI,  Stradivarius e “col legno”.
Si  è  dedicata  principalmente  allo  sviluppo  della  musica  da  camera  con particolare interesse a quella contemporanea.

 

rossella-spinosaRossella Spinosa. Si diploma giovanissima in pianoforte, clavicembalo, composizione e, negli stessi anni, si laurea con lode e plauso accademico in Legge e in Musicologia. Si esibisce come pianista in alcune delle sale più importanti italiane ed estere come Carnegie Hall di New York, Sala Santa Cecilia del Parco della Musica di Roma, Teatro degli Arcimboldi e Dal Verme di Milano, Teatro Regio di Parma, Teatro Lirico di Cagliari, Teatro Politeama di Palermo, Teatro Sociale di Como, Teatro Bibiena di Mantova, Teatro Ponchielli di Cremona, Sala Bartòk Hindemith Foundation, Italian Bunka Kaikan di Tokyo, Accademia Liszt di Budapest, Conservatorio di Musica di Buenos Aires, Università della Musica di Montevideo, etc., collaborando con compositori di prestigio (tra i quali, Paolo Castaldi, Luis De Pablo, Ivan Fedele, Giacomo Manzoni, Alessandro Solbiati, Nicola Sani, Bernhard Lang, Luis Bacalov, etc.) ed eseguendo molte opere nuove a lei stessa dedicate, in Europa, Canada, Stati Uniti, Russia, Sud America, Corea e Giappone. A partire da ottobre 2009, con la prima mondiale di “Baires 1 Suite” per due pianoforti eseguita in duo con il compositore Luis Bacalov, avvia una collaborazione stabile con il Premio Oscar che dedica a lei, anche, alcuni lavori compositivi. Partecipa a produzioni discografiche di successo per le etichette Stradivarius, BookStore Teatro alla Scala, AliaMusica Records e Tactus, nonché pubblica per Amadeus un cd dedicato a Franz Liszt nel bicentenario della nascita. La sua interpretazione discografica di John Cage viene scelta dal New York City Ballet per l’omaggio monografico al compositore statunitense. Per la propria produzione discografica riceve inoltre apprezzamenti della critica e dalle riviste di settore (5 stelle Amadeus per il cd Tactus dedicato alle opere pianistiche di Giacinto Scelsi). Come compositrice le sono commissionate opere da camera, per orchestra, per la lirica ed il teatro, eseguite da Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, Kyev Camerata, Orchestra del Governatorato di San Pietroburgo, Seoul Pro Art Orchestra, Lomza Philarmonia, Orchestra da Camera di Lugano, Orchestra da Camera Fiorentina, Orchestra Filarmonica Italiana, Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele di Messina, Orchestra della Magna Grecia, Gruppo di Musica Contemporanea di Lisbona, Quartetto Indaco, Accord Quartet, Dedalo Ensemble, Ensemble Risognanze, I Solisti Lombardi, New MADE Ensemble, in rassegne e festival di prestigio come Nuova Consonanza di Roma, Emilia Romagna Festival e Milano Musica. Sonorizza ad oggi oltre 100 pellicole di Cinema Muto, che registrano grande riscontro di pubblico e di critica, per orchestra sinfonica, per ensemble e per pianoforte solo.  Incide, come pianista, per AMADEUS, BookStore Teatro alla Scala, AliaMusica Records, Tactus, Archivi del XXI Secolo e Stradivarius. Lavora con Ottavia Piccolo, Moni Ovadia, Paolo Rossi, il Duo Pali&Dispari, Teresa Mannino, in performance live. Il 9 gennaio 2021, su Il Manifesto a firma di Mario Gamba, il cd monografico di Rossella, edito da Stradivarius “Orchestral and chamber works vol. 1″, viene classificato tra i migliori 10 cd del Decennio 2011-2020: unico nome italiano in una decade di nomi di rilevanza internazionale.